Utilizzare i trend per progettare un’esperienza di brand rilevante

Non è semplice tradurre i risultati delle ricerche in soluzioni innovative, in quanto i metodi utilizzati per generare idee tendono a dipendere da un unico fattore: ciò che già sappiamo.

Per questa ragione, è risaputo che gli imprenditori di maggior successo dedicano molto tempo a costruire su ciò che accade nelle loro aziende e a trarne insegnamento.

Tuttavia, in quanto progettisti, non possiamo concederci il lusso di una vita fatta di esperienze settoriali; in Take abbiamo quindi deciso di utilizzare un altro tipo di approccio: l’innovazione guidata dal trend (Trend driven innovation).

L’evoluzione dei dispositivi musicali portatili nel corso degli anni rappresenta un esempio della reciproca integrazione delle grandi innovazioni, pur mantenendo il focus su un’esigenza fondamentale.

Trends 101

Mentre i trend lasciano spazio a varie interpretazioni, la nostra attenzione si concentrerà sulle “tendenze dei consumatori’ definiti come “…nuova espressione delle persone – in termini di comportamento, attitudine o aspettative – di un bisogno, una volontà o un desiderio fondamentali per l’uomo. (Trend-driven innovation)”. I trend ci permettono di mettere a profitto una “business intelligence collettiva”, attraverso la comprensione dell’evoluzione delle aspettative della clientela per trarne vantaggio e realizzare soluzioni innovative di rilievo.

Analizzare i trend – Ricercare tendenze significative

I trend non sono utili solo per anticipare le aspettative della clientela negli ambiti di attività, ma anche per aprire la mente a nuove opportunità che scaturiscono da diversi settori. Ne è un famoso esempio l’Apple Genius Bar, ispirato dal portiere del Ritz Carlton. Più recentemente, Disneyland ha approfittato dello sviluppo di dispositivi indossabili come il Fitbit per creare il suo Magicband, un braccialetto RFID che consente l’accesso a una gamma di prodotti e servizi del parco.

MagicBand è il risultato del riconoscimento da parte di Disney dell’opportunità rappresentata dalla tendenza alla crescita dei dispositivi indossabili.

Prima di procedere all’individuazione dei trend, siamo soliti suddividere il nostro progetto in aree chiave che serviranno a orientare l’attività di ricerca. Quindi, nel raccogliere le innovazioni, iniziamo a ricercare modelli da poter abbinare per creare trend significativi per la nostra sfida progettuale.

A titolo di esempio, citiamo un nostro recente progetto relativo a un servizio di gestione energetica digitale. Abbiamo delineato due aree chiave, servizi energetici (think Nest) e servizi basati sui dati (think Mint), per poi avviare la ricerca. Abbiamo individuato il trend “idee su richiesta”, in cui i servizi basati sui dati si focalizzano meno sulla dashboard e più sul rilascio di idee chiave. Questo trend si è rivelato particolarmente interessante, in quanto rivolto a un’area problematica individuata in occasione dell’attività di ricerca utenti precedentemente svolta.

Il nostro processo di innovazione guidata dal trend: a partire dalla nostra sfida, possiamo individuare gli orientamenti principali dei trend da cui trarre ispirazione.

Progettare con i trend

Una volta definiti, i trend possono essere utilizzati nella progettazione di nuove soluzioni. Riteniamo che il miglior modo per farlo sia attraverso workshop di co-design con i nostri clienti. Durante le sessioni di ideazione, presentiamo i trend e quindi lavoriamo all’individuazione di idee che rispondano alle nostre specifiche sfide progettuali. Fuori dal contesto dei workshop, tali trend possono divenire anche un punto di riferimento in sede di progettazione dei customer journey o di specifiche interazioni tra i vari touchpoint.

L’utilizzo dei nostri trend nei workshop di co-design può fungere da fonte di ispirazione per i processi di brainstorming
Campione di una struttura di trend.

Infine, sebbene i trend non dovrebbero essere l’unico metodo da utilizzare, possono di fatto divenire una base solida in grado di favorire il collegamento degli spunti di ricerca con esperienze di grande impatto e rilevanza.

Riepilogando:

• I trend possono essere utilizzati dagli ideatori di servizi e miglioramenti dell’esperienza dell’utente (UX) come trampolino di lancio per soluzioni innovative.
• I trend permettono di mettere a profitto una “business intelligence collettiva”, attraverso la comprensione dell’evoluzione delle aspettative della clientela e l’individuazione dei fattori trainanti retrostanti.
• Per analizzarli, è opportuno suddividere il progetto in aree chiave da ricercare, allo scopo di individuare interessanti innovazioni che concorrano alla creazione del trend.
• Una volta definiti, possono essere introdotti nei workshop con i clienti, oppure utilizzati come punto di riferimento in sede di progettazione delle esperienze di brand.

Antonio Starnino

21 July, 2016

Antonio Starnino lavora come Service Designer presso Take, ove utilizza il design thinking per favorire l’espansione dei brand e la creazione di esperienze significative per la clientela.

Ricevi gli aggiornamenti di Take, iscriviti alla newsletter.

Please tell us how should we address you
Back